Lo spettro di competenza offerto alle imprese è orientato a fornire anche soluzioni di diritto dell’ambiente, inteso tanto sotto il profilo della gestione delle dinamiche correlate a rifiuti, emissioni e quant’altro consegua all’esercizio dell’attività industriale quanto con riguardo alla più generale materia edilizia ed urbanistica.

 

In particolare, nel settore del diritto ambientale lo Studio cura gli interessi sia della clientela privata che degli enti pubblici offrendo le seguenti prestazioni:

  • pareristica applicata alla normativa ambientale di cui al d.lgs. n. 152/2006;
  • assistenza e patrocinio nei contenziosi amministrativi dinanzi a T.A.R. e Consiglio di Stato relativi alle problematiche inerenti la distinzione tra i concetti di rifiuto e di materia prima secondaria, nonchè le patologie connesse alle concessioni di autorizzazioni per l’esercizio delle attività in ambito rifiuti, ovvero a diffide, dinieghi e revoche delle stesse;
  • assistenza alle contestazioni della polizia provinciale e dell’ARPA con particolare attenzione al fenomeno del superamento delle soglie stabilite per individuare i livelli di contaminazione – CSC e CSR; 
  • assistenza nei procedimenti penali correlati alla contestazione di reati ambientali;
  • assistenza nei procedimenti cautelari in ordine alle eventuali misure reali richieste dal Pubblico Ministero (impugnazioni di sequestri probatori e preventivi);
  • assistenza e patrocinio nei procedimenti giurisdizionali amministrativi, anche nei gradi superiori, in materia edilizia e urbanistica, offrendo tutela a Società c.d. ex-municipalizzate ed a capitale misto. In tale alveo particolare competenza è stata sviluppata in materia di c.d. “acquisti verdi” effettuati dalle Pubbliche Amministrazioni per la promozione dello sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale.